LA FONDAZIONE MORRA GRECO RILANCIA IL TEATRO MARGHERITA




Bari | Francesco Pasculli | 1 dicembre 2010 alle 12:41

La Fondazione Morra Greco inaugura al teatro Margherita di Bari una mostra dal titolo “Trailer Park”. L’appuntamento è per il 4 dicembre prossimo, con l’esposizione delle opere di oltre venti artisti italiani e stranieri, selezionate accuratamente dal critico tedesco Joerg Heiser – co-editor della rivista artistica Frieze Margheritadi Londra. La mostra sarà visibile fino al 6 marzo 2011.

Quello che si annuncia al Teatro Margherita di Bari è molto più di una mostra evento. E’ l’avvio di un percorso di riqualificazione che pone la struttura al centro del circuito teatrale barese. La mostra, infatti, è parte di un progetto più vasto, ancora in fase di maturazione ma che potrebbe trasformare in poco tempo il Margherita in una succursale permanente della prestigiosa Fondazione campana. Domani dovrebbe essere firmato il protocollo d’intesa tra il Comune di Bari e i rappresentanti campani, con la benedizione della stessa Regione Puglia.

L’idea del Comune, è quella di realizzare una vera cittadella della cultura, integrata con il Teatro Petruzzelli e con il Teatro Kursall Santalucia, da alcuni mesi nuova Casa delle Musica per iniziativa del Puglia Sounds. Nei piani vi è la riqualificazione completa della struttura, aperta oggi solo per brevi periodi, e la sua rifunzionalizzazione in chiave d’arte contemporanea. Il progetto, già presente sul tavolo dell’Amministrazione Comunale, è a firma dell’architetto londinese David Chipperfiel. Il costo dell’investimento si aggira intorno ai venti milioni d’euro, non pochi in periodi di tagli alla cultura. Tuttavia l’Amministrazione, entrata da poco in possesso dell’immobile, intende candidare il progetto di Chipperfield ad alcuni bandi europei, completando così anche la ristrutturazione degli interni. Il Margherita, noto per essere l’unico teatro in Italia costruito sul mare, si lancia verso una nuova sfida. Dopo il successo delle due esposizioni precedenti, con le opere della Lum nel 2009 e dell’artista greco Jannis Kounellis nel 2010, continua così il percorso d’avvicinamento del teatro a futura Casa delle arti contemporanee di Bari.

Tags: , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Bari su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Francesco Pasculli

Francesco Pasculli Francesco Pasculli 27 anni giornalista, mi occupo di sostenibilità ambientale, mobilità urbana e web 2.0. Appassionato di cooperazione internazionale e sviluppo rurale, ho realizzato un documentario dedicato ai contadini senza terra di Martin Rolon in Paraguay. Passioni? Tante, una in particolare...l'Aikido, oggi la guida spirituale della mia vita.
Sito:


1 commento

    Lascia un commento