IL COMUNE DI BARI METTE ALL’ASTA 118 OGGETTI SMARRITI




Bari | Francesco Pasculli | 15 dicembre 2010 alle 17:22

Un’asta di Natale di beneficenza. Il asta-oggetti-smarriti-.jpgComune di Bari ha le idee piuttosto chiare sul tesoretto accumulato negli ultimi anni. Ben 118 oggetti smarriti mai denunciati e messi in vendita per la prima volta dal dopoguerra ad oggi. Pellicce, orologi, anelli in oro e gioielli d’epoca, macchine fotografiche e pezzi d’antiquariato, la scelta è davvero ampia. Sicuramente sarà l’occasione per fare buoni affari, per collezionisti e non. L’asta messa in piedi dal Comune di Bari permetterà di raccogliere fondi da destinare al Welfare cittadino, mai come ora in preda a tagli e ristrettezze economiche. Certo non sarà un’asta a risolvere la carenza economica, ma sicuramente offrirà un segnale importante per tutta una comunità. Come tiene a specificare, del resto, lo stesso Sindaco, Michele Emiliano, -l’asta del 18 dicembre ha un grande valore simbolico abbiamo voluto aprire le porte dei magazzini che da oltre mezzo secolo custodivano tutti questi oggetti, per rimetterli in circolazione e investire il ricavato in azioni di solidarietà. Partecipando all’asta i baresi potranno acquistare qualche regalo originale per Natale, ma soprattutto daranno un contributo in favore dei nostri concittadini meno fortunati. Se lo spirito sarà quello giusto, sono certo che l’Asta di Natale potrà essere una bella occasione per stare insieme e rinsaldare ulteriormente la nostra comunità. Vorrei ringraziare tutto il personale del Comune che ha custodito e catalogato nel tempo questi beni, donne e uomini senza i quali non avremmo potuto promuovere questa bella iniziativa”. L’asta si svolgerà sabato 18 dicembre presso Palazzo dell’Economia in corso V. Emanuele II al n. 113 nel salone al piano terra a partire dalle ore 17,30 fino alle 21. Per partecipare sarà necessario un documento d’identità, con obbligo di registrazione all’ingresso della sala. La registrazione dovrà essere completata trenta minuti prima dell’inizio dell’asta,  per tali ragioni consigliamo di arrivare con un discreto anticipo.

Per info e dettagli possono essere consultate le foto e l’elenco degli oggetti smarriti.

Tags: , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Bari su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Francesco Pasculli

Francesco Pasculli Francesco Pasculli 27 anni giornalista, mi occupo di sostenibilità ambientale, mobilità urbana e web 2.0. Appassionato di cooperazione internazionale e sviluppo rurale, ho realizzato un documentario dedicato ai contadini senza terra di Martin Rolon in Paraguay. Passioni? Tante, una in particolare...l'Aikido, oggi la guida spirituale della mia vita.
Sito:


1 commento

    Lascia un commento